martedì 27 settembre 2011

Ritorno alla "bloggorealtà"...con MTC e lo sformatino di crema e frutta al moscato!

Ebbene sì....care Menuturistiche, vi dovete prendere anche questa responsabiltà, quella di avermi fatto tornare un po'di voglia di comunicare e creare per il mio abbandonato blogghettino...proprio un gocciolino però! Avevo bisogno, momentaneamente, di staccare con tutto: le foto dei miei piatti, la contestdipendenza, anche sbirciare nei vari blog amici...mi sono formattata...ecco...sempre rimanendo in termini informatici...e ora piano piano rifaccio capolino nella realtà semivirtuale della bloggosfera, con calma, serenamente...in punta di piedi ho ricominciato a curiosare tra le vostre ricette, qualcuna l'ho già messa da parte...poi si vedrà!
Ed ora eccomi qua, questa sarebbe stata la terza sfida MTC consecutiva che avrei saltato e no, non lo potevo permettere, il tema poi era abbastanza semplice, anche se con infinite potenziali complicazioni, come ho potuto constatare dalle "solite" proposte immensamente creative dei partecipanti, ma dove poteva trovare così tante declinazioni artistiche e di gusto, il dessert più semplice e sano della cucina italiana (o mondiale?), la macedonia di frutta, che ci ha proposto Fabiana, sottoforma di vero e proprio quadro, se non all'MTChallenge??!?
...Riprendo fiato e vi propongo subito la mia variante fruttosa, liberamente ispirata da un libro di ricette, e il risultato visivo non è assolutamente uguale all'originale, ma non avevo tempo di provare a rifarlo e non volevo certo rimandare la mia partecipazione, così...prendila così, non dobbiamo farne un drammaaaa....e vi beccate la mia macedonia, della serie "c'è, ma no si vede", che per me è già una vittoria, visto che mi sono sbloccata e ho ricominciato a scrivere...grazie MTC e Fabiana!
Sformatino di crema e frutta appassita nel Moscato di Pantelleria
Ingredienti per 4 persone
Per la pasta
3 uova
50 g di zucchero
80 g di farina
30 g di burro
1 bustina di vanillina
Per la crema
1,5 dl di latte
2 tuorli
100 g di zucchero
6 g di colla di pesce
1,5 dl di panna
1 baccello di vaniglia
1 dl di Moscato di Pantelleria (al posto del Rum originale)
800 g di frutta mista: lamponi del contadino, uva moscato, fichi e le ultime fragolone della stagione
Procedimento
Preparate la pasta. Imburrate la placca, foderatela con carta da forno e imburrate e infarinate anche la carta. Lavorate in una terrina i tuorli con 30 g di zucchero e la vanillina fino a ottenere un composto omogeneo.
Unite la farina rimasta, incorporatevi delicatamente gli albumi montati a neve con lo zucchero rimasto, stendete il composto sulla placca in uno strato uniforme. Fatelo cuocere nel forno già caldo a 180°C per 20 minuti, quindi toglietelo dal forno e fatelo raffreddare e ricavate 8 dischi con un taglia pasta del diametro di 10 cm (io l'ho fatti più piccoli, ed è effettivamente più difficile).
Preparate la crema. Lavate, mondate e sbucciate (se necessario) la frutta, riducendo quella più grande a dadini. Mettetela frutta in una terrina capiente, irroratela con il Moscato e lasciatela macerare per 20 minuti. Fate ammorbidire la gelatina in acqua fredda; portate a ebollizione in un tegamino il latte con il baccello di vaniglia.
Lavorate in una terrina i tuorli con lo zucchero, aggiungete poco alla volta il latte bollente, mescolando rapidamente, travasate il composto in una casseruola su fuoco bassissimo, portate ad ebollizione finchè la salsa velerà il cucchiaio. Togliete dal fuoco, aggiungete la gelatina strizzata, mescolate bene. Versate il composto in una ciotola, lasciatelo raffreddare e incorporatevi delicatamente la panna montata.
Adagiate sul fondo degli stampini i dischi di pasta e distribuitevi in uno strato uniforme la metà della frutta sgocciolata, copritela con uno strato di crema (che io non ho fatto rassodare e mi ha "inglobato" la povera frutta, mentre voi fatela solidificare un po') e mettete in frigo per 15 minuti. Toglietela dalfrigo, adagiate in uno stampino i dischi rimasti sulla crema, distribuitevi sopra la frutta rimasta, tenendone da parte un cucchiaio (ecco, io mi sono fermata qui, perchè gli stampini erano troppo piccoli), voi continuate e finite con uno strato della rimanente crema e lasciate in frigorifero per almeno 2 ore.
Al momento di servire, passate la lama di un coltellino intorno al bordo degli sformati, capovolgeteli su piatti individuali e distribuite al centro di ognuno la frutta tenuta da parte.
Il pasticcio di frutta, che si crede uno sformato....

16 commenti:

  1. Non ci conosciamo ma siamo un pò "colleghe" di MTC, anche a me le menuturistiche fanno venir voglia di giocare, di comunicare, anche se esco poco dalla mia cucina e tutto viene vissuto "accantoalcamino".
    Beh, il tuo sformatino è qualcosa di speciale e ti faccio i miei complimenti :-)

    RispondiElimina
  2. Un vero e proprio gioiellino, bellissimo nei contenuti e nella rappresentazione!!
    Ben fatto....un grande rush finale.. grazie!

    RispondiElimina
  3. molto bello il tuo sformato.. io la mia pensata per l'MTC l'ho fatta ieri sera e sai che c'è mancato poco che facessi una cosa molto simile a questa tua? Ora che la vedo, vedo anche che è davvero un'idea ottima.. brava!

    RispondiElimina
  4. ma dai, che carinissimo che e'!!!! Mi piace tantissimo!
    Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  5. Bello e invitante e....insomma vien voglia di usare un bel cucchiainoe finirlo mooolto in fretta!
    Grazie Claudia
    Dani

    RispondiElimina
  6. Claudiaaaaaaaaaaaaa...ma quanto mi sei mancata...per fortuna allora che c'è MTC.... e complimenti bell'idea...un bacione, Flavia

    RispondiElimina
  7. Ha un magnifico aspetto...CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  8. incredibile cosa ti sei inventata con il tema di questo mt! brava...mi piace.....

    se vuoi dedicarci qualcosa con la zucca abbiamo lanciato un contest! bacioni

    RispondiElimina
  9. Accipicchia che gran bel ritorno di stile! QUesto sformatino è così chic...e poi deve avere un saporino delizioso!

    RispondiElimina
  10. ciao! che bello rivederti! evviva l'mtc allora che ti ha fatto tornare dopo la formattazione!!
    a presto
    Cristina

    RispondiElimina
  11. Grazie a tutte per il vostro supporto, i vostri commenti sono carburante(bio) per il mio blog, anche se sono consapevole che lo seguirò un po' meno perchè ora mi piace così....seguire la mia passione in tutto relax....e poi magari torno più invasata di prima...chi lo sa!
    Un bacio a tutte voi!

    RispondiElimina
  12. Ciao Claudia
    ci sei mancata! ma condivido la pensata della passione vissuta con relax! Mi sa che questa delizia aiuta a rilassarsi un sacco!
    Baci
    Ale

    RispondiElimina
  13. E meno male che le Menuturistiche ti hanno tirata fuori dal letargo!!! :-D
    Ciao Claudietta, sto latitando dai blog (come sempre, temo), il tempo è tiranno ma prima o poi un saltino lo faccio!

    Un bacione!

    RispondiElimina
  14. Ma meno male che sei tornata! Non farlo mai più! Non allontanarti più da noi. Ci sei mancata troppo. Capitooooooooooooooooooooo.
    Fabiana ha ragione, la tua ricetta è un gioiellino....
    Cara, a presto. Buona domenica e ti abbraccio forte forte.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...